Il buco dell’ozono sta guarendo?

OggiScienza

160630145004_1_900x600 I dati raccolti nell’Antartico suggeriscono che il buco dell’ozono si stia riducendo. Crediti immagine: NASA’s Goddard Space Flight Center (modificata da MIT News)

AMBIENTE – “Prodotto privo di CFC”. Quante volte l’abbiamo letto sulla bomboletta di lacca per capelli o sulla confezione di deodorante? I clorofluorocarburi, più noti come CFC, sono stati eliminati dalle bombolette spray da circa vent’anni, perché considerati i responsabili principali dell’assottigliamento dello strato di ozono nell’atmosfera. Ma possiamo dire che questo intervento è stato davvero utile?
Oggi finalmente sì. E la conferma viene da un gruppo di ricercatori del gruppo Atmospheric Chemistry and Climate Science del MIT. Secondo i loro calcoli, è possibile vedere i primi risultati della riduzione dei CFC nell’atmosfera, perché il buco dell’ozono si sarebbe ristretto di una superficie pari a 4 milioni di chilometri quadrati dal 2000, anno in cui ha raggiunto le maggiori dimensioni. I risultati della ricerca sono stati…

View original post 747 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...