La proteina Pentagone nello sviluppo embrionale

OggiScienza

15042315951_7a966ed782_h Nel moscerino della frutta la proteina Pentagone è coinvolta nello sviluppo delle ali. Crediti immagine: Géry Parent, Flickr

SCOPERTE – Come fanno le cellule di un embrione a sapere dove sono collocate nel corpo e in che modo dovrebbero svilupparsi? Perché alcune cellule formano le dita e altre no? Un gruppo di biologi dell’Università di Friburgo, in Germania, ha studiato i processi che controllano queste fasi dello sviluppo di un organismo utilizzando come modello il moscerino Drosophila melanogaster.

Gli scienziati hanno individuato il meccanismo per il quale sulle ali del noto moscerino della frutta, in alcuni specifici punti e ad una distanza ben definita l’una dall’altra, si formerebbero le tipiche vene o nervature. A determinare queste caratteristiche sarebbe una proteina, Pentagone, in grado di diffondere un particolare segnale nell’ala che indica alle cellule come comportarsi. L’azione di Pentagone è strettamente connessa a quella di un’altra proteina, Dpp, anch’essa cruciale…

View original post 264 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...