Parkinson e neuroni dopaminergici: il ruolo del calcio

OggiScienza

RICERCANDO ALL’ESTERO – “Lavorare col calcio è una sfida perché controlla talmente tante cose che a ogni esperimento ti si parano davanti una serie di problemi biologici e devi trovare il sistema per risolverli, capire qual è l’inghippo e la strategia corretta per aggirarlo. Il Parkinson poi è una malattia molto complessa in cui c’è tanto da fare e le sfide non mancano. E a me piacciono le sfide”.

picture_EnricoZampeseNome: Enrico Zampese
Età: 34
Nato a: Thiene (VI)
Vivo a:Chicago (Stati Uniti)
Dottorato in: Neurobiologia (Padova)
Ricerca: Fattori di vulnerabilità dei neuroni dopaminergici della sostanza negra nel Parkinson.
Istituto:Department of Physiology, Northwestern University (Chicago, USA)
Interessi: viaggiare, andare alle mostre d’arte e ai concerti.
Di Chicago mi piace: l’estate e l’architettura, ogni quartiere ha un’identità culturale molto forte.
Di Chicago non mi piace: l’inverno è molto freddo e molto lungo.
Pensiero: È l’ironia che ci salva.

View original post 978 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...