“Mamma perché piangi?”-“Perché è successa una cosa brutta amore mio.”

Non mi ero neanche accorta della lacrima mentre guardavo l’immagine di quel corpicino coperto dal telo dorato, con la bambola rosa. Troppo piccolo per essere un adulto. Troppo piccolo per capire la cattiveria del mondo. Troppo piccolo per morire.” – Donne e uomini gettati per terra come se fossero pupazzi vecchi, travolti a Nizza da un camion il 14 luglio 2016.Quel giorno erano in 15mila sulla Promenade des Anglais, a pochi metri dal luogo della strage, era un giorno di festa e si è trasformato in uno strazio, orrore ovunque. Ognuno di noi poteva essere lì. I nostri figli potevano essere tra quelli che, mentre guardavano incantati i fuochi, o camminavano per qualche bancarella, potevano essere travolti..Nizza dopo la strage.jpg

“Sarà che da quando sono mamma ogni emozione e paura è amplificata, ma davvero non riesco a non soffrire di fronte all’ennesima strage.
-“Perché è successa una cosa brutta amore mio.”
Che in un giorno qualsiasi…

View original post 342 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.