La voce di un orango per studiare l’evoluzione del linguaggio

OggiScienza

1280px-Portrait_of_an_Orangutan_2012 L’orango Rocky ha dimostrato di saper modulare la voce per imitare suoni umani. Crediti immagine: Bjørn Christian Tørrissen, Wikimedia Commons

SCOPERTE – La capacità di modulare la voce nel linguaggio è del tutto umana? Uno studio pubblicato su Nature – Scientific Reports firmato da ricercatori britannici, tedeschi e americani, potrebbe contribuire a chiarire la storia dell’evoluzione del nostro linguaggio.

È Rocky, un orango di undici anni dello zoo di Indianapolis, ad aver stupito gli scienziati dando prova di inaspettate abilità vocali. Durante un gioco di imitazione con un ricercatore, il primate è riuscito a emettere in risposta ai suoni prodotti dall’umano particolari vocalizzazioni  che non avrebbe mai prodotto in natura per comunicare con i suoi simili.

L’osservazione potrebbe consentire di saperne di più sulle capacità vocali dei nostri antenati comuni, per comprendere come si sia giunti al nostro linguaggio.

Il progetto guidato da Adriano Lameria, dell’Università di Durham, trae spunto…

View original post 224 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...