Le olimpiadi delle macchine intelligenti

OggiScienza

Chalie Ortiz ha inventato una vera e propria sfida a cui algoritmi e automi di nuova generazione devono sottoporsi affinchè li si possa ritenere, con maggiore certezza, intelligenti. Crediti immagine: Geralt, Pixabay

TECNOLOGIA – Siamo nel vivo delle Olimpiadi di Rio: migliaia di atleti, provenienti da tutto il mondo, si sfidano in centinaia di discipline diverse, puntando a un sogno davvero glorioso, conquistare una medaglia d’oro. Nel frattempo però, c’è qualcuno che ha concepito un’altra competizione globale, con dei protagonisti davvero d’eccezione: le macchine.

Infatti, la crescente complessità delle macchine ha spinto da tempo scienziati e ricercatori a identificare nuovi paradigmi per la verifica delle potenziali capacità intellettive artificiali, sottolineando l’obsolescenza di uno degli studi più famosi in proposito: il test di Turing.

Come molti già sanno, si tratta di un criterio, concepito dalla mente geniale di Alan Turing nel 1950, che consente di verificare se una macchina…

View original post 765 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...