Il Partito Comunista Cinese teme il riscaldamento globale

OggiScienza

1094963934_01ae744274_b La capacità di fare fronte alle emergenze causate dal cambiamento climatico può garantire la stabilità al Partito Comunista Cinese. Crediti immagine: Ernie, Flickr

ESTERI – C’è uno stadio pieno d’acqua, giallastra, fangosa. C’è un’umida megalopoli in cui i laghi vengono prosciugati, riempiti e prosciugati di nuovo, a seconda delle esigenze della speculazione edilizia. C’è, poco più in là (per le dimensioni cinesi), la più grande e costosa diga al mondo, quella delle Tre Gole. Ci sono 2 milioni di sfollati interni e danni per 10 miliardi di dollari. Ma soprattutto a Pechino, 1000 chilometri più a nord, c’è una paura che serpeggia nei palazzi del potere del Partito Comunista Cinese (PCC). E quella paura ha un nome: cambiamento climatico.

In questi mesi le conseguenze di un fenomeno naturale e ciclico, El Niño, si sono intensificate. Come riportato da China Files, le piogge sono aumentate dal 21 al…

View original post 670 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...