Grazie perché…

No, non è l’inizio della canzone di Gianni Morandi bensì un inno all’amore per i propri figli..anche le difficoltà, i sacrifici magicamente si trasformano in gioia, balletti di vita che animano le nostre semplici giornate di mamme. Buona lettura!fratelli

Grazie perché con voi ho scoperto che le ore notturne non sono solo per il divertimento o per il lavoro. Le ore notturne diventano magia danzando per la stanza con voi in braccio mentre il mondo tace.

Grazie perché non avevo capito l’importanza di un pasto apposito per voi, cucinato con il cuore componendo nel piatto opere d’arte.

Grazie perché con una bua nel ginocchio tutto passa con un bacino e questa è una medicina che non vende nessuno,solo la mamma!

Grazie perché con un pastello in mano ed un foglio bianco quelle linee e quei cerchi diventano opere da appendere ovunque, e non sono scarabocchi, no non lo sono. Perché…

View original post 386 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.