Inquinamento e malattie occupazionali: quanti anni persi in salute

OggiScienza

coal_haul_truck_at_north_antelope_rochelle Le malattie polmonari croniche legate all’inalazione di polveri sul luogo di lavoro riducono la speranza di vita in buona salute di 9,2 anni. Crediti immagine: Peabody Energy, Inc., Wikimedia Commons

APPROFONDIMENTO – L’antracosi, una malattia cronica che colpisce i polmoni tipica di chi lavora nelle miniere di carbone, è oggi tutt’altro che un ricordo sfocato: il black lung, la sindrome da “polmone nero”, rappresenta ancora oggigiorno una delle prime cause di perdita di anni in salute. Appartiene alla famiglia delle pneumoconiosi, una classe di malattie polmonari croniche provocate dall’inalazione ripetuta nel tempo di polveri o fumi di sostanze nel proprio contesto professionale. È quanto è emerso in occasione della 28ma Conferenza dell’International Society for Environmental Epidemiology (ISEE), che si è tenuta dall’1 al 4 settembre a Roma.

Non parliamo soltanto di lavoratori delle miniere, non più così comuni: all’antracosi sono particolarmente esposti gli operai edili

View original post 498 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.