Inquinamento e malattie occupazionali: quanti anni persi in salute

OggiScienza

coal_haul_truck_at_north_antelope_rochelle Le malattie polmonari croniche legate all’inalazione di polveri sul luogo di lavoro riducono la speranza di vita in buona salute di 9,2 anni. Crediti immagine: Peabody Energy, Inc., Wikimedia Commons

APPROFONDIMENTO – L’antracosi, una malattia cronica che colpisce i polmoni tipica di chi lavora nelle miniere di carbone, è oggi tutt’altro che un ricordo sfocato: il black lung, la sindrome da “polmone nero”, rappresenta ancora oggigiorno una delle prime cause di perdita di anni in salute. Appartiene alla famiglia delle pneumoconiosi, una classe di malattie polmonari croniche provocate dall’inalazione ripetuta nel tempo di polveri o fumi di sostanze nel proprio contesto professionale. È quanto è emerso in occasione della 28ma Conferenza dell’International Society for Environmental Epidemiology (ISEE), che si è tenuta dall’1 al 4 settembre a Roma.

Non parliamo soltanto di lavoratori delle miniere, non più così comuni: all’antracosi sono particolarmente esposti gli operai edili

View original post 498 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...