E se l’Ordine dei medici facesse ordine in casa sua?

OggiScienza

Giuseppe Vasi. Ciarlatani e commedianti. In “Delle magnificenze di Roma antica e moderna”, Roma, 1752

ATTUALITÀ – Dopo decenni di denunce anche via stampa e le troppe vittime di questa estate, l’Ordine dei medici sembra essersi accorto che i ciarlatani uccidono pazienti che la medicina poteva salvare.

Dopo mesi di dichiarazioni dispiaciute e 3 o 4 provvedimenti di sospensione o radiazione/anno su una media di 3000 segnalazioni di abusi, la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri (FNOMCeO)

appronterà un gruppo di studio ad hoc, con l’obiettivo di contrastare i ciarlatani, proprio sul web dove ‘navigano’ quasi incontrastati e le loro teorie moltiplicano i seguaci,

ha annunciato il dott. Luigi Conte, segretario generale della FNOMCeO. Ritiene probabile, infatti, che un “sito anti-bufale

possa rivelarsi molto utile. Dare informazioni ed ‘alert’ su situazioni a rischio potrebbe essere molto utile. Anche per informare gli stessi camici bianchi sulle ‘false cure’ che girano in rete e non solo, e di cui spesso sanno poco. In…

View original post 763 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico, lavoro nella sicurezza in una industria chimica, e per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...