Leggere i libri senza aprirli: quando la tecnologia incontra i manoscritti più antichi

OggiScienza

libri antichi tecnologia mia Dal lavoro congiunto di MIT e Georgia Tech gli algoritmi per leggere i volumi più antichi, senza il bisogno di toccarli o sfogliarne le pagine. Fotografia di Barmak Heshmat

TECNOLOGIA – Una tecnologia per leggere i libri senza aprirli. Se l’ultima fatica del MIT (Massachussetts Institute of Technology) e del Georgia Tech sembra inutile di fronte all’ultimo romanzo che avete comprato per l’estate, diventa preziosissima per studiare tutti gli antichi manoscritti conservati nei musei e negli archivi del pianeta, ormai così vecchi e fragili che meno li si tocca meglio è.

Ora sì che potremo giudicare un libro dalla copertina!

Il primo prototipo dell’invenzione è stato descritto dagli scienziati su Nature Communications: l’hanno testata su una pila di fogli, ciascuno con una lettera impressa, e sono riusciti a leggere chiaramente quali fossero per i primi nove fogli. Dietro a questa abilità ci sono degli algoritmi elaborati al MIT in…

View original post 570 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.