Paralimpiadi 2016: Azzurri, orgoglio nazionale a Rio

OggiScienza

SENZA BARRIERE – Sono trentanove i titoli conquistati dall’Italia durante le Paralimpiadi di Rio 2016, più di quelli conquistati dagli atleti olimpionici (28), ma la partita è ancora aperta. Con 10 ori, 14 argenti e 15 bronzi l’Italia chiude al nono posto del medagliere mentre a svettare, in cima alla lista delle nazioni che hanno preso parte alla competizione, è la Cina, che si aggiudica 236 medaglie, tra le quali 104 d’oro. Sul podio d’argento la Gran Bretagna, seguita da Ucraina e Stati Uniti. Nel team degli azzurri, a regalare forti emozioni è Alex Zanardi, ex pilota della Formula Uno e fra i più attesi delle Paralimpiadi di Rio. Zanardi, che il 15 settembre 2001 perse le gambe in un incidente automobilistico avvenuto durante la competizione Formula Cart, esattamente 15 anni dopo si aggiudica l’oro nella prova a cronometro della categoria H5 della handbike. Con un tempo di 26’36”81…

View original post 335 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre era in viaggio tra Sirio e Nibiru, ha dovuto nascondere la sua identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vive a Novi Ligure (AL) da quando era bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ha iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente si occupa di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adora leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ha un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprì il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunse l’attività di divulgazione che lo hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...