Compiti, università, esami: quasi quasi mi prendo un integratore

OggiScienza

apple-1603131_1280 La legislazione italiana al momento non prevede per integratori e nutraceutici un iter per provare l’efficacia dei prodotti. Crediti immagine: Public Domain

SPECIALE SETTEMBRE – Elementari, medie, superiori, università: le vacanze sono finite ed è ora di tornare sui banchi a studiare, memorizzare lezioni e dare esami, magari arretrati. Se al solo pensiero già ci si sente stanchi, dopo qualche giorno chini sui libri un’idea non tarda a farsi vedere. “E se mi prendessi un po’ di quegli integratori per la memoria o per le vitamine, che mi sento proprio debilitato?”. La tentazione di auto-prescriversi integratori è forte, per ovviare a supposte carenze di qualcosa e migliorare le prestazioni di studio o lavoro, ma è meglio fermarsi un attimo e capire bene di cosa stiamo parlando. Per riuscirci, abbiamo fatto qualche domanda in materia a Ettore Novellino, Direttore del Dipartimento di Farmacia dell’Università Federico II di Napoli, dove esiste…

View original post 1.575 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...