La strategia di difesa dei giovani alberi

OggiScienza

1612497_10cf8b77La saliva dei caprioli può scatenare negli alberi una reazione di difesa, per evitare che gli animali si nutrano dei loro germogli. Crediti immagine: Cameraman

AMBIENTE – Gli alberi sono in grado di riconoscere se i propri germogli vengono strappati in modo casuale o sono stati mangiati da un animale, attivando conseguenti strategie di difesa. È quanto è emerso da un nuovo studio condotto dal German Centre for Integrative Biodiversity Research (iDiv) Halle-Jena-Leipzige pubblicato sulle pagine della rivista Functional Ecology.

In primavera i germogli sbocciano numerosi, attirando l’attenzione di diverse specie come i caprioli. Quello che per l’animale costituisce un attraente spuntino, è però fonte di vita per le piante: gli alberi, i cui germogli vengono mangiati dai cervi o da altri ungulati, impiegheranno fino a due anni in più per raggiungere il livello di crescita delle piante che non sono state prese di mira dagli animali.  Gli alberi che…

View original post 324 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...