Dal Cambriano il “verme” che sembra uscito da Star Wars

OggiScienza

Nel Cambriano vi fu un’escalation di biodiversità e di configurazioni corporee, in parte guidate dalla comparsa della predazione. Crediti immagine: Bob Nicholls – Palaeocreations

SCOPERTE – Finalmente sappiamo quale fosse l’aspetto di uno degli animali più antichi e misteriosi della preistoria, uno dei precursori degli artropodi. Gli ultimissimi ritrovamenti avvenuti a Sirius Passet, nel nordest della Groenlandia, hanno risolto un mistero che ha dato grattacapi alla comunità scientifica per anni.

Descritto sulla rivista Paleontology, il Pambdelurion whittingtoni sembrava un verme lungo un metro con le branchie, munito di dodici zampe e con altrettante coppie di alette (o lobi) che gli sporgevano dai fianchi. Dalla testa – priva di occhi – partivano due appendici spinose che raccoglievano le prede da portare alla bocca. Quest’ultima era sostanzialmente un cono rivolto verso l’interno, costellato da denti faringei disposti su tre anelli.

“La bocca è un ritratto sputato del Sarlacc di Star Wars

View original post 319 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...