Cannella e cervello: scienza di una spezia

OggiScienza

cannella stecche spezia saluteLe specie vegetali dalle quali si producono polvere e stecche di cannella sono diverse, ma la più pura è considerata quella di Ceylon, coltivata soprattutto in Sri Lanka. Foto Pixabay

APPROFONDIMENTO – È un’aggiunta gustosa nei dolci, nelle caramelle, nel tè e nella cioccolata soprattutto ora che è arrivato l’autunno, ma sebbene sia una spezia non si ricava né dai frutti né dai semi di una pianta. La cannella proviene invece dai tronchi di alberi sempreverdi della famiglia Lauraceae, grandi anche più di 10 metri e dotati di grandi foglie e fiori bianchi un po’ anonimi, riuniti in infiorescenze. È la lavorazione dei ramoscelli, tagliati con la tecnica del ceduo, pressati e preparati fino ad arrivare all’interno della corteccia, che porta nelle cucine di tutto il mondo la polvere o le “stecche” di cannella, bastoncini profumati e color nocciola dalla forma che ricorda un po’ un foglio di carta arrotolato.

View original post 1.511 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...