Un piccolo passo per una cellula, un grande passo per il regno animale

OggiScienza

25955606676_c436902346_bL’ameba Capsaspora owczarzaki possiede alcuni dei meccanismi cellulari utilizzati dagli organismi pluricellulari per differenziare le cellule. Crediti immagine: Iñaki Ruiz-Trillo, Flickr

SCOPERTE – La vita sulla Terra nacque abbastanza presto, all’incirca un miliardo di anni dopo la sua formazione. Per oltre 2 miliardi di anni rimase però limitata a organismi molto semplici, confinati a vivere negli oceani o in zone ricche d’acqua. Solo con la nascita dei primi organismi pluricellulari moderni come piante, animali e funghi si ebbe, a partire da circa un miliardo di anni fa, quell’esplosione che in relativamente poco tempo cambiò il volto del nostro pianeta. In particolare gli animali emersero circa 800 000 anni fa, evolvendosi da un antenato unicellulare. Ma come avvenne un tale salto evolutivo? In effetti fino ad oggi questo passaggio è risultato molto difficile da spiegare. Uno studio realizzato da un gruppo di ricercatori spagnoli e pubblicato sulla rivistaDevelopmental Cell potrebbe…

View original post 807 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...