Computer quantistici più vicini con il qubit “vestito”

OggiScienza

161019151702_1_900x600Un nuovo quantum bit, chiamato qubit, apre la strada alla costruzione di computer quantistici. Crediti immagine: per gentile concessione della University of New South Wales

APPROFONDIMENTO – La “corsa allo spazio del XXI secolo” non ha nulla a che fare con lo spazio, ma si sta correndo sulla Terra. Con i piedi ben saldati, i ricercatori e gli ingegneri lavorano per costruire i computer quantistici e un nuovo passo avanti arriva dall’Australia, dove i ricercatori della University of New South Wales hanno progettato e realizzato un nuovo quantum bit, detto qubit, che è 10 volte più stabile di quelli realizzati fino ad oggi.

Un qubit “vestito”, che differisce da quelli “spogliati” per il forte campo elettromagnetico in cui è immerso. Rendendolo più longevo nella sua sovrapposizione di stati, il campo elettromagnetico lo rende anche migliore per l’elaborazione dei dati in un futuro computer quantistico, destinato alla progettazione ed elaborazione di materiali…

View original post 889 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.