Come è fatta la materia oscura? Gli assioni i favoriti del supercomputer

OggiScienza

I risultati ottenuti dal supercomputer Juqueen fissano la strada per la caccia agli assioni e forniscono un primo passo concreto verso la scoperta di queste particelle. Crediti imagine: Nasa/Esa/Richard Massey/Caltech

SCOPERTE – La materia oscura c’è, ma non si vede. Gli scienziati continuano a chiedersi quale sia la particella che costituisce questo misterioso tipo di materia, che rappresenta l’85 percento del cosmo contro appena il 15 percento della materia visibile. Una risposta arriva ora dal supercomputer del Centro di ricerche di Julich, in Germania, che ha identificato gli assioni come i candidati più promettenti per essere i costituenti della materia oscura.

La ricerca pubblicata su Nature si basa su una estensione del Modello Standard delle particelle in cui i fisici guidati dal professor Zoltàn Fodor, della University of Wuppertal in Germania, hanno collaborato con ricercatori della Eötvös University di Budapest. Andreas Ringwald, co-autore dello studio e ricercatore al Deutsches Elektronen-Synchrotron…

View original post 586 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...