Il calcio alla prova della VAR, la moviola in campo

OggiScienza

SPORTLAB – Berlino, 9 luglio 2006. Durante il secondo tempo supplementare della finale dei campionati del mondo di calcio, Italia-Francia, il francese Zinedine Zidane colpisce con una testata al petto l’italiano Marco Materazzi, in una scena – per quanto poco edificante – entrata nella storia del calcio. Una vera e propria icona, e non solo per la violenza del gesto e la conseguente espulsione che ha tolto alla Francia il principale rigorista a pochi minuti dall’ormai incombente duello finale dal dischetto. L’espulsione di Zidane è nella storia perché è stata comminata grazie alla prova televisiva, o moviola in campo. Questa l’ammissione, anni dopo, da parte dell’arbitro di quella partita, l’argentino Horacio Elizondo. L’arbitro fu informato della testata dal quarto uomo che aveva visto quell’azione in un monitor televisivo a bordo campo: per la prima volta, seppur in modo non ufficiale, un replay aveva avuto un impatto concreto…

View original post 737 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...