Terremoti e inquinamento per l’estrazione di idrocarburi: la minaccia della reiniezione

OggiScienza

800px-process_of_mixing_water_with_fracking_fluids_to_be_injected_into_the_ground Con la reiniezione, l’acqua di scarto utilizzata per il fracking è immessa nuovamente in profondità. Crediti immagine: Joshua Doubek

APPROFONDIMENTO – Lo scorso 3 settembre 2016 un terremoto di magnitudine 5.6, in seguito rivalutato a 5,8, scuoteva l’Oklahoma. Nel 2015, invece, a seguito della puntata del 22 febbraio del programma Presa Diretta la professoressa Colella, ordinaria di geologia presso l’università di Basilicata, veniva diffidata dall’Eni. I due fatti, apparentemente così distanti, sono in realtà uniti dallo stesso filo comune che porta il nome di reiniezione, ovvero la pratica di iniettare nel sottosuolo a grande profondità gli scarti di lavorazioni industriali.

L’Oklahoma, uno stato del midwest americano, fino a pochi anni fa era noto soprattutto per essere la terra dei tornado. Oggi però è riuscito a diventare anche la capitale mondiale dei terremoti. Eppure fino a qualche anno fa quel territorio non era considerato sismico: in…

View original post 1.562 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico, lavoro nella sicurezza in una industria chimica, e per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...