Cosa può fare Pokémon Go per la conservazione?

OggiScienza

pokemon-go-1569794_640 Possiamo prendere in prestito l’approccio vincente del gioco per interessare il pubblico alla tutela dell’ambiente? Se l’è chiesto un gruppo di ricercatori coordinato da Leejiah Dorward. Crediti immagine: Pixabay

AMBIENTE – A due mesi dalla release ufficiale, il gioco di realtà aumentata Pokémon Go ha raggiunto 500 milioni di download, diventando un fenomeno globale. Centinaia di persone a caccia di Charizard a Central Park, con lo sguardo sullo smartphone in giro per le strade o radunate in modo inquietante davanti alla porta di malcapitati la cui casa era diventata un PokéStop, uno dei punti di interesse “ereditati” da Ingress, il gioco Niantic del 2012 sulle cui mappe si basa Pokèmon Go.

Se Pokémon Go ha un merito è che ha portato i nerd fuori casa. Dopo i primi giorni sugli store Android e iOS già molti si lasciavano andare in dissertazioni su come avrebbe combattuto l’obesità, portando a uscire anche…

View original post 1.061 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...