Come stanno i fiumi italiani?

OggiScienza

14915422691_7bbba62574_kLe condizioni dei fiumi italiani sono migliorate rispetto a dieci anni fa, soprattutto grazie all’applicazione di direttive europee sulla tutela delle acque interne. Crediti immagine: amira_a, Flickr

SPECIALE NOVEMBRE – Quando il filosofo Eraclito diceva che un uomo non può entrare due volte nello stesso fiume, era probabilmente più concentrato sulla condizione umana che sull’ambiente fluviale. Eppure, come ogni altro ecosistema sul pianeta, anche l’ambiente che circonda un fiume, fatto di specie estremamente diverse e peculiari nicchie ecologiche, è in continuo cambiamento. Ma non sempre in positivo: i fiumi giocano un ruolo chiave nei cicli del carbonio, nell’economia e nella cultura umana, eppure li inquiniamo, ne modifichiamo il corso, li fermiamo (non senza conseguenze). Nel bacino del Mediterraneo, secondo le stime, vedremo ridotta la portata dei fiumi fino al 50% entro il 2100, a causa dell’aumento delle temperature causato dal cambiamento climatico.

Che dire di quelli…

View original post 1.200 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...