Dubbi sul sistema di editing genetico NgAgo: non è riproducibile

OggiScienza

8224229029_60a4540ae8_b Molti ricercatori stanno cercando di replicare la tecnica di editing genetico basato sulla proteina NgAgo, senza successo. Crediti immagine: Wheaton, Flickr

CRONACA – Non ha fine la controversia sulla tecnica di editing genetico presentata come l’alternativa alla più famosa CRISPR-Cas9. A maggio 2016 è stato pubblicato su Nature Biotechnology uno studio condotto da un gruppo di ricercatori della Habei University of Science and Technology di Shijiazhuang, in Cina.

Nell’articolo gli autori affermavano di avere identificato un nuovo e più efficiente metodo di editing genetico basato sulle proprietà della proteina NgAgo, appartenente alla famiglia delle proteine Argonauta (Ago). I ricercatori, guidati dal biologo Han Chunyu, dichiaravano di avere modificato con successo otto diversi geni di cellule umane. Poco dopo la pubblicazione, però, sono affiorati alcuni dubbi, espressi per la prima volta dal biochimico Fang Shimin – noto indagatore di frodi scientifiche – sulle pagine del suo sito New Threads

View original post 930 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...