Nuove frontiere dell’editing genetico

OggiScienza

Secondo Carl June, ricercatore all’Università della Pennsylvania, ci troviamo davanti a una sorta di “Sputnik 2.0”: a sfidarsi, questa volta, Cina e Stati Uniti. Crediti immagine: Pixabay

RICERCA – L’obiettivo dello studio è osservare se, dopo il trattamento con CRISPR, le cellule siano in grado di aggredire la metastasi senza che il paziente incorra in un esito infausto. I ricercatori hanno prelevato le cellule immunitarie dal sangue di un paziente affetto da metastasi del polmone e ne hanno modificato il DNA grazie alla CRISPR. La modifica ha coinvolto il gene che codifica la proteina PD-1 (Programmed cell death protein – 1), ovvero quella proteina che limita la risposta immunitaria delle cellule. Se così non fosse la reazione sarebbe così aggressiva da coinvolgere altri tessuti fino a causare l’insorgere di malattie autoimmuni. La comunità medica nutre forti speranze nei confronti della CRISPR, una tecnica che per molti appare come una…

View original post 1.042 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre era in viaggio tra Sirio e Nibiru, ha dovuto nascondere la sua identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vive a Novi Ligure (AL) da quando era bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ha iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente si occupa di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adora leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ha un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprì il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunse l’attività di divulgazione che lo hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...