Sopravvivere all’inquinamento grazie a un rapido processo evolutivo

OggiScienza

128495_web Alcune popolazioni di pesci atlantici hanno sviluppato una forma di resistenza a livelli di inquinamento molto alti. Crediti immagine: Andrew Whitehead/UC Davis

AMBIENTE – Negli ultimi decenni l’inquinamento industriale ha contaminato alcune aree della costa atlantica degli Stati Uniti, fino a raggiungere livelli letali per molti degli organismi marini che vi abitano. Per molti, sì, ma non per tutti. Alcuni pesci infatti hanno sviluppato una forma di tolleranza verso gli inquinanti tossici, grazie a un rapido processo evolutivo. Si tratta di alcune popolazioni della specie Fundulus heteroclitus, un piccolo pesce dell’ordine dei ciprinodontiformi molto diffuso negli estuari della costa atlantica. Studiando il loro genoma, un gruppo di ecologi e genetisti ha identificato i cambiamenti genetici che hanno permesso questo rapido adattamento.

Gli autori dello studio, pubblicato sulla rivista Science, hanno sequenziato il genoma di un gruppo di pesci di otto diverse popolazioni. Hanno quindi confrontato le…

View original post 306 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.