Yvonne Brill e lo sviluppo della propulsione spaziale

OggiScienza

Crediti immagine: Society of Women Engineers

IPAZIA – Le telecomunicazioni, le previsioni meteorologiche, il GPS che consente il funzionamento dei nostri navigatori e delle app di geolocalizzazione. Oggi la nostra vita dipende in gran parte dalla fitta rete di satelliti in orbita attorno alla Terra. Tutto questo è possibile anche grazie alle tecnologie di lancio in grado di inviare nello spazio e mantenere in orbita strumenti tanto fragili e sofisticati. In pochi sanno che dietro il sistema di propulsione tuttora in uso nei satelliti, ma anche in navicelle e sonde spaziali, c’è il lavoro di una donna. Il suo nome era Yvonne Brill.

Yvonne Brill nasce nel 1924 nei pressi di Winnipeg, in Canada, figlia di emigranti belgi. I genitori – madre casalinga e padre falegname – non prestano particolare attenzione agli studi della figlia, ma Yvonne va bene a scuola e a soli dieci anni ha già le…

View original post 694 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico, lavoro nella sicurezza in una industria chimica, e per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...