Yvonne Brill e lo sviluppo della propulsione spaziale

OggiScienza

Crediti immagine: Society of Women Engineers

IPAZIA – Le telecomunicazioni, le previsioni meteorologiche, il GPS che consente il funzionamento dei nostri navigatori e delle app di geolocalizzazione. Oggi la nostra vita dipende in gran parte dalla fitta rete di satelliti in orbita attorno alla Terra. Tutto questo è possibile anche grazie alle tecnologie di lancio in grado di inviare nello spazio e mantenere in orbita strumenti tanto fragili e sofisticati. In pochi sanno che dietro il sistema di propulsione tuttora in uso nei satelliti, ma anche in navicelle e sonde spaziali, c’è il lavoro di una donna. Il suo nome era Yvonne Brill.

Yvonne Brill nasce nel 1924 nei pressi di Winnipeg, in Canada, figlia di emigranti belgi. I genitori – madre casalinga e padre falegname – non prestano particolare attenzione agli studi della figlia, ma Yvonne va bene a scuola e a soli dieci anni ha già le…

View original post 694 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...