Vera Rubin, l’astronoma che scoprì la materia oscura

OggiScienza

Vera Rubin e Kent Ford (col berretto bianco) nel 1965, durante una delle prime osservazioni insieme al Lowell Observatory. Crediti immagine: Carnegie Institution, Department of Terrestrial Magnetism

IPAZIA – Da ragazzina trascorreva notti intere a fissare il cielo dalla sua camera da letto. “Vera, non passare tutta la notte con la testa fuori dalla finestra!”, le diceva la madre. Ma lei non la ascoltava. Di fronte a quello spettacolo era impossibile dormire. Il suo non era uno sguardo trasognato o estatico – non soltanto, quantomeno – ma scientifico e razionale. Quando c’erano delle piogge di meteoriti, Vera restava sveglia per osservarle e poi segnava le traiettorie su una mappa. In quella ragazzina con la testa all’insù era già presente, in nuce, la grande astronoma che avrebbe fatto delle scoperte fondamentali sulla rotazione delle galassie e dimostrato l’esistenza della misteriosa materia oscura, di cui è fatto oltre un quarto del…

View original post 845 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...