Le cellule e il design

OggiScienza

Lo sviluppo della genomica e dell’informatica, che ha permesso di processare innumerevoli sequenze proteiche, ha aperto agli scienziati la possibilità di predire la struttura di proteine per le quali non esisteva nemmeno un modello su cui ipotizzare una struttura. Crediti immagine: Nick, Flickr

ATTUALITÀ – Le proteine hanno una marcia in più. È per questo che per riprodurre una proteina in laboratorio serve una sorta di architetto, un esperto di design. Con il DNA condividono il fatto di possedere una sequenza caratterizzata da mattoncini variamente componibili, anche se nel caso delle proteine essi sono rappresentati dagli amminoacidi.  Sempre con il genoma condividono una struttura e la possibilità di subire modificazioni successive alla sintesi, portatrici di nuove funzioni. Ma la caratteristica che davvero contraddistingue le proteine è la possibilità di assumere forme particolari nello spazio, una struttura tridimensionale che è determinante per la funzione che ricoprono. Finora, dunque, era abbastanza facile…

View original post 827 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...