La muffa che impara e insegna

OggiScienza

7526431586_2c2af08f71_z La muffa melmosa Physarum polycephalum forma colonie all’interno delle quali le cellule sembrano in grado di trasmettere informazioni. Crediti immagine: i- saint, Flickr

SCOPERTE – Sopravvivere, escogitare strategie e trovare vie di fuga non è un’esclusiva di animali particolarmente intelligenti, anzi non è esclusiva degli animali in assoluto. Esiste infatti in natura una particolare forma di vita studiata dai ricercatori dell’Università di Toulouse che non somiglia a nessun animale, e che ha dato prova di poter sviluppare capacità di apprendimento anche in assenza di qualcosa vagamente somigliante a un cervello o al sistema nervoso: è il Physarum polycephalum, un protista formato da un’unica, grande cellula in grado di prendere decisioni in modo del tutto insolito, lasciando nel continuo stupore neuroscienziati di tutto il mondo. Non è la prima volta che questo insolito blob finisce in laboratorio, l’ultimo articolo pubblicato di recente su Proceedings of the Royal Society Binizia…

View original post 772 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre era in viaggio tra Sirio e Nibiru, ha dovuto nascondere la sua identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vive a Novi Ligure (AL) da quando era bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ha iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente si occupa di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adora leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ha un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprì il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunse l’attività di divulgazione che lo hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...