Sally Ride, la prima scienziata nello spazio

Ride, Sally, Ride!

OggiScienza

Nel 1982 viene selezionata per far parte dell’equipaggio di terra delle missioni STS-2 e STS-3. Il suo ruolo è quello di Capcom, Capsule Communicator, l’addetto alle comunicazioni fra gli astronauti e il centro di controllo. Crediti immagine: U.S. Information Agency, Wikimedia Commons

IPAZIA – “La National Aeronautics and Space Administration (NASA) ha preso contatti con Margaret Collins, direttrice del Centro per la Ricerca sulle donne, allo scopo di reclutare astronaute per il Programma Space Shuttle”. È questo l’incipit di un annuncio pubblicato il 12 gennaio 1977 sulla prima pagina dello Stanford Daily, quotidiano di informazione della Stanford University. Per la prima volta nella sua storia ventennale, la NASA decide di aprire alle donne le selezioni per gli astronauti che prenderanno parte al programma di lanci del Programma Space Shuttle. Su un totale di oltre 8.000 candidati, di cui circa 1.000 donne, nel gennaio del 1978 vengono selezionate 35 persone:…

View original post 1.028 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.