“A walk on the wild side”, versante italiano

OggiScienza

Dal video “What are Predatory Publishers”, Università del Manitoba https://www.youtube.com/watch?v=-xoQHTnTTrw

RICERCA – Sul sito della Scuola Superiore Sant’Anna, Manuel Bagues e Natalia Zinovyeva dell’Università Aalto di Helsinki e Mauro Sylos Labini dell’Università di Pisa hanno messo un “articolo di lavoro”, una bozza in pratica, intitolato come la canzone di Lou Reed. A differenza di altre analisi delle riviste predone e del loro mercato, questa raccoglie centinaia di esperienze personali.

Per una serie di ricerche, i tre economisti si erano procurati il curriculum di 46.244 candidati a una promozione

circa il 61% dei ricercatori e il 60% dei professori associati del Paese.

Hanno così scoperto che tra il 2002 e il 2012 su un totale di 1,8 milioni di articoli, circa il 5% (2.225) ne aveva pubblicati 5.798 su una rivista inclusa nell’elenco di Jeffrey Beall. Per saggiare l’affidabilità di quest’ultimo, a mille autori selezionati a caso hanno mandato un questionario, quantitativo (quante volte?) e qualitativo (com’è…

View original post 376 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico, lavoro nella sicurezza in una industria chimica, e per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...