Il traffico che assorda le manguste

OggiScienza

manguste nane Il rumore del traffico impedisce alle manguste nane di “origliare” a dovere i richiami d’allarme altrui ma gli scienziati devono ancora capire in che modo. Fotografia di Hayley Muir

AMBIENTE – Settanta anni fa i richiami di una balenottera azzurra avrebbero viaggiato lontano, raggiungendo conspecifici anche a 1600 chilometri di distanza. Oggi la portata di questi messaggi è drasticamente ridotta: solo 160 chilometri. Ma cosa causa un tale disturbo nelle comunicazioni? L’inquinamento acustico, ovvero suoni e rumori prodotti dalle attività umane, che danno fastidio agli animali e impediscono loro di sentirsi esattamente come capita a noi nei locali molto rumorosi. Se a noi basta inclinarci verso gli amici, e mettere le mani a mò di megafono vicino alle loro orecchie, una balenottera ha vita assai più dura. Ma non è la sola.

Gli scienziati dell’Università di Bristol hanno ora confermato che i suoni di origine antropica, nello specifico…

View original post 603 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...