The OA, un racconto visionario oltre la fantascienza

OggiScienza

immagini-quotidiano-net The OA può essere considerata più come un film lungo 8 ore che come una vera e propria serie.

STRANIMONDI – Di The OA avevamo parlato come una delle possibili serie da seguire durante le vacanze di Natale. Serie enigmatica e visionaria, tra fantascienza e fantasy, scritta e interpretata da Brit Marling e diretta dal co-ideatore Zal Batmanglij. Nella rassegna natalizia avevamo accennato a due direzioni che la critica ha percorso per giudicare la serie: una era entusiasta (The Economist apprezzava la capacità di osare e di sperimentare della serie), l’altra invece la stroncava (Variety puntava il dito sull’eccessivo mistero su cui si regge la storia). Ma, alla fine, com’è questo The OA?

Un film di otto ore

Per iniziare va detto che The OA è una serie fino a un certo punto. Anzi, forse non lo è proprio. Così come certi album musicali in cui la suddivisione fra…

View original post 942 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...