Chi è favorito agli Oscar?

OggiScienza

Gli autori dello studio pensano che gli americani vengano percepiti e giudicati come più bravi dalla giuria americana specialmente quando si tratta di essere i vincitori. Crediti immagine: Pixabay

COSTUME E SOCIETÀ – Di certo c’è che quest’anno ci risparmieremo il solito dubbio “Di Caprio sì/Di Caprio no”. Di molto probabile invece c’è che i vincitori dell’Oscar come miglior attore/attrice protagonista saranno un americano e un’americana. Cosa piuttosto ovvia, direte voi: è un premio che pesca nell’industria cinematografica USA! Sì, il problema è che, al di là del bias statistico, secondo un nuovo studio della Queensland University (Australia) pubblicato sul British Journal of Psychology, nei Premi Oscar esiste un’ulteriore distorsione di natura cognitiva: i giudici percepiscono (e dunque giudicano) come migliori le prestazioni di attori con cui condividono alcune caratteristiche identitarie, in questo caso la nazionalità. Il risultato è che (dal 1968 al 2015) a fronte…

View original post 988 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.