Il “declino” dell’italiano a scuola: diamo i numeri

OggiScienza

woman-notebook-working-girl Secondo i dati della valutazione internazionale PISA, i ragazzi italiani hanno punteggi più bassi della media OCSE nella comprensione del testo. Crediti immagine: Public Domain

APPROFONDIMENTO – Un paio di settimane fa su iniziativa del Gruppo di Firenze (un nucleo di 4 professori di scuole medie e superiori: Andrea Ragazzini, Sergio Casprini, docenti di storia dell’arte, Giorgio Ragazzini, docente di lettere, e Valerio Vagnoli, ex docente di italiano e storia), oltre 600 professori universitari italiani hanno sottoscritto una lettera aperta al Governo Italiano, dove hanno espresso preoccupazioni sul “declino dell’italiano a scuola” e dove propongono alcuni interventi per limitare il problema. La lettera sostiene che “da molti anni ormai” troppi ragazzi scrivono male, leggono poco e faticano a esprimersi oralmente. La consapevolezza del problema nasce, si legge nella lettera, dall’esperienza diretta dei professori e identifica la causa nelle scuole del primo ciclo, che necessitano, nell’opinione dei proponenti, di una revisione…

View original post 1.293 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...