Nanocathedral: un network d’innovazione per proteggere le cattedrali d’Europa

OggiScienza

25097451936_102d7ef71f_z La Cattedrale di Pisa è uno dei sette edifici coinvolti nel progetto Nano-Cathedral, per l’applicazione delle nanoscienze alla conservazione dei materiali. Crediti immagine: bvi4092, Flickr

APPROFONDIMENTO – In Piazza dei Miracoli a Pisa, sulla facciata della Cattedrale una delle epigrafi riporta la data di posa della prima pietra del monumento, il 1064. Nello stesso periodo, qualche anno più tardi, venne fondata l’Opera della Primaziale Pisana, l’istituzione che si occupava di controllare i lavori di costruzione e che, ancora oggi a distanza di più di mille anni, monitora lo stato di conservazione del monumento. Il marmo del Duomo, della Torre e del Battistero, è stato esposto nei secoli all’azione erosiva del vento, del sole, dell’umidità e delle precipitazioni, dell’inquinamento, e diversi sono stati nel corso del tempo gli interventi di conservazione e restauro dei monumenti di Piazza dei Miracoli. Anche altre cattedrali hanno dovuto sostenere le stesse…

View original post 1.240 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...