Rifiuti elettronici: abbiamo il decreto Uno contro Zero ma pochi lo sanno

OggiScienza

119945422_6e1c0a517c_o Grazie al decreto Uno contro Zero, è possibile conferire rifiuti elettronici di piccole dimensioni nei negozi che li vendono, anche senza comprare niente in cambio. Crediti immagine: Sascha Pohflepp, Flickr

AMBIENTE – Da luglio 2016 è possibile conferire i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, i cosiddetti RAEE, di piccole dimensioni anche direttamente nei negozi senza dover per questo acquistare un elettrodomestico in cambio. Ma se sulla carta abbiamo la legge, nella realtà in pochi lo sanno. Si tratta del decreto Uno contro Zero, secondo cui i negozi con una superficie superiore ai 400 metri quadrati hanno l’obbligo di ritirare i piccoli apparecchi elettronici, più piccoli di 25 centimetri – fra cui rientrano per esempio tablet e cellulari, lettori mp3, spazzolini elettrici, macchine fotografiche digitali, calcolatrici e cuffie – gratuitamente senza chiedere nulla in cambio, a differenza di quello che accade per il resto dei rifiuti RAEE per…

View original post 558 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.