I benefici delle acque termali

OggiScienza

Le acque termali della Blue Lagoon, in Islanda. Crediti immagine: Moyan Brenn, Flickr

APPROFONDIMENTO – L’amore per le terme ci viene tramandato dai popoli antichi. Già nell’antica Grecia il bagno assumeva una forma sociale: il ginnasio era composto da un bagno, da una palestra e da un’esedra, una stanza aperta su un portico dove i filosofi si recavano spesso coi propri discepoli. Dopo essersi esercitati nella palestra, i giovani si immergevano nelle acque termali, per poi recarsi nell’esedra e ricevere l’educazione dello spirito.  Gli egizi, invece, raggiunsero il livello tecnico per realizzare impianti termali fin dall’epoca di Tolomeo, come dimostrano diversi reperti archeologici ritrovati lungo il Delta del Nilo. Le terme romane nascono invece dalla fusione del ginnasio greco con il bagno a vapore egizio.

Considerate da sempre un rimedio naturale per il corpo e per la mente, le acque termali non sono però adatte per ogni disturbo né ideali…

View original post 840 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.