Tumore al seno: un potenziale farmaco per ridurre il rischio di recidiva

OggiScienza

Le proteine Numb e p53 sono coinvolte nella formazione di cellule staminali tumorali, che sembrano causare il fenomeno della chemioresistenza di alcuni tumori al seno. Crediti immagine: AIRC, IFOM

SALUTE – Una diagnosi di tumore al seno e, dopo un percorso di chemioterapia, la speranza di aver eliminato la malattia. A un successivo controllo però la brutta notizia: il tumore è ricomparso, e bisogna riprendere il trattamento. Per molte pazienti che affrontano una chemioterapia, la remissione del tumore è purtroppo soltanto temporanea: si tratta del fenomeno della chemioresistenza, che sembra essere dovuta alla presenza di cellule staminali tumorali, in grado di riprodursi in modo continuativo e di favorire la crescita di tumori.

Una ricerca italiana, pubblicata su EMBO Molecular Medicine, suggerisce una strategia per eliminare anche queste cellule staminali responsabili della ripresa del tumore al seno, che sono refrattarie alle terapie anti-tumorali tradizionali. Una classe di farmaci…

View original post 441 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...