Cetacei: il costo della fuga

OggiScienza

L’inquinamento acustico in ambiente marino può causare un disturbo per i cetacei, aumentando notevolmente il costo energetico del nuoto. Crediti immagine: Gregory “Slobirdr” Smith, Flickr

AMBIENTE – Quando un cetaceo scappa da un sonar a basse frequenze, il movimento richiede oltre il 30% di energia in più rispetto a quella che userebbe normalmente. Lo ha quantificato un nuovo studio guidato dalla biologa Terrie Williams dell’Università della California, esperta di ecofisiologia dei grandi mammiferi che da molti anni studia il rapporto tra il dispendio energetico di questi animali marini e la loro limitata riserva di ossigeno.

Williams, che ha pubblicato i suoi risultati sul Journal of Experimental Biology, si è resa conto che solo pochi studi, finora, avevano davvero misurato il costo che un delfino o una balena devono sostenere quando si immergono normalmente o quando mettono in atto una flight response (dunque scappano) perché disturbati da un elemento come un…

View original post 563 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.