Il nuovo status symbol? Essere impegnati!

OggiScienza

“Più pensiamo che ci sia l’opportunità di affermazione sociale attraverso il lavoro duro, tanto più tendiamo a credere che le persone che rinunciano al tempo libero e lavorano moltissime ore al giorno, abbiano uno status più alto”Crediti immagine: Pixabay

RICERCA – Nel 1899 Thorstein Veblen, sociologo ed economista americano, nonché uno dei maggiori studiosi del concetto di status, ha suggerito che “una vistosa astensione dalle fatiche del lavoro” fosse l’indicatore più forte di uno status alto agli occhi degli altri. D’altronde è questa l’immagine che abbiamo della nobiltà di un tempo, così dedita al dolce far niente.
I fortunati, le celebrità, nella nostra percezione, sono quelli che non hanno nulla da fare eppure sono ricchi. Quelli che passano da una vacanza all’altra, quelli che si godono la vita, mentre l’operaio e l’impiegato sono al lavoro.

Eppure oggi, almeno negli Stati Uniti, il nuovo status symbol è essere occupati, lavorare

View original post 913 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...