Coleotteri d’alta quota per studiare il cambiamento climatico

OggiScienza

Il vulcano Cayambe e l’omonimo ghiacciaio, in Ecuador. Fotografia di Mauro Gobbi

AMBIENTE – Una spedizione di ricerca internazionale ad alta quota, per studiare i cambiamenti climatici in corso in tre dei grandi gruppi montuosi del pianeta, Alpi, Pirenei e Ande, e le conseguenze per biodiversità ed ecosistemi. I protagonisti? Sono i carabidi, una famiglia di coleotteri diffusa in tutto il mondo e utilissima come “specie sentinella” dello stato di salute degli ambienti. Il gran numero di specie e la loro numerosità li rende perfetti come bioindicatori, in grado di fornire dati sufficienti a sviluppare analisi statistiche e modelli di previsione solidi.

Tra gli scienziati che lavorano al progetto, chiamato SUMMITEX e coordinato da Pierre Moret del Centre National de la Recherche Scientifique francese, c’è anche l’entomologo italiano Mauro Gobbi del MUSE di Trento. Da 15 anni Gobbi studia gli insetti che vivono negli ambienti alpini ed è appena…

View original post 1.209 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico, lavoro nella sicurezza in una industria chimica, e per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...