Fang blenny, il morso che stordisce

OggiScienza

Un Meiacanthus nigrolineatus nuota nel Mar Rosso. Fotografia di Richard Smith, Oceanrealimages

AMBIENTE – A guardarlo negli occhi con attenzione, il pesce in foto sembra quasi sfidare chi lo guarda ad avvicinarsi. Come se stesse serbando qualcosa. E in effetti è così.

I fang blenny, anche noti come poison-fang blenny e sabre-tooth blenny, sono quello che si dice un nomen omen. Si tratta di piccoli pesci del genere Meiacanthus, famiglia Blenniidae (quelle che in italiano sono note come bavose) e famosi tra gli appassionati di acquari, lunghi appena una manciata di centimetri. Ma armati di “grossi” denti. Due canini che spuntano dalla mandibola e non sono certo i denti a sciabola che il nome di questi pesci fa presagire (fang in inglese significa zanna), se non fosse per un dettaglio: sono collegati a ghiandole velenifere.

Il loro veleno è in grado di far crollare…

View original post 704 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...