Al sicuro in compagnia: il supporto sociale nei pesci zebra

OggiScienza

Quando il supporto sociale entra in gioco, nel cervello dei piccoli pesci zebra si mette in moto una serie di meccanismi specifici. Ad attivarsi sono diverse aree cerebrali, come l’amigdala e l’area preottica che si comportano allo stesso modo nei mammiferi. Crediti immagine: NICHD, Flickr

SCOPERTE – Il supporto sociale è l’idea di essere parte di una rete sociale in grado di fornirci aiuto e assistenza in caso di bisogno, ed è stato ampiamente studiato in vari ambiti dalla psicologia fino alla sociologia e alla medicina, soprattutto per la sua importanza in patologie come depressione o ansia dove l’isolamento ha un ruolo determinante. Quando il supporto sociale entra in gioco, noi – ma anche altre specie – recuperiamo la tranquillità più rapidamente di quanto accadrebbe se fossimo soli e, in questo caso, si parla di social buffering.

Ora un “nuovo” modello di studio potrebbe aiutarci a studiarlo e a…

View original post 558 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...