Tracciata la mappa molecolare del cancro ovarico

OggiScienza

“Di fatto per il tumore ovarico possediamo scarsi modelli sperimentali, cioè sistemi su cui possiamo lavorare che dovrebbero mimare l’azione del cancro”. Crediti immagine: Ed Uthman, Flickr

RICERCA – Il principale problema per la lotta contro il cancro ovarico è la sua estrema eterogeneità genetica, che lo rende un tipo di tumore non facile da bersagliare. Si tratta infatti di un tipo di cancro con una grande varietà di mutazioni a bassissima frequenza, cioè ognuna delle quali si presenta in poche donne, per cui difficilmente una cura risulta generalizzabile. Per questo, al momento, è uno dei tumori meno adatto a essere trattato con le cosiddette terapie a bersaglio, che invece funzionano meglio per tumori a bassa variabilità genetica come alcune forme di tumore al seno o al polmone. L’arma principale per il tumore ovarico rimane quindi la chirurgia, che prima viene effettuata meglio funziona.

La sfida per i…

View original post 663 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...