Emergenza zecche in Friuli Venezia Giulia

OggiScienza

Più del 20% delle zecche presenti sul territorio italiano è portatore del batterio che causa la malattia di Lyme. Crediti immagine: Public Domain

SALUTE – La primavera porta con sé le prime giornate calde, occasioni perfette per merende sull’erba e passeggiate nei boschi. Da molto tempo, però, le gite fuori porta primaverili sono accompagnate dal timore delle conseguenze del morso di una zecca. Vista la diffusione delle zecche negli ultimi anni e la rilevanza del problema in termini di salute pubblica, il Museo Friulano di Storia Naturale di Udine ha organizzato lo scorso martedì 11 aprile un incontro dedicato alla conoscenza di questi piccoli e insidiosi animali assieme a due esperti del settore: Simone Del Fabbro, ricercatore dell’Università degli Studi di Udine e il dottor Maurizio Ruscio, dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Trieste.

La zecca più diffusa in Friuli Venezia Giulia è la Ixodes ricinus, detta comunemente “zecca dei boschi”…

View original post 786 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...