Sbirciare oltre il “velo” della Via Lattea: osservato per la prima volta l’alone galattico

OggiScienza

Un’immagine della galassia a spirale NGC 2683 ripresa dallo Hubble Space Telescope. Crediti immagine: ESA/Hubble & NASA

SCOPERTE – Immaginate di voler osservare l’esterno di una casa, ma di essere intrappolati in una delle sue stanze. Come potreste riuscire nell’impresa? Alla domanda rispondono i ricercatori dell’università dell’Arizona che sono riusciti, anche se rinchiusi nella nostra stanzetta chiamata Terra, a osservare la loro casa Via Lattea. Huanian Zhang e Dennis Zaritsky hanno analizzato tutti gli spettri raccolti dalla Sloan Digital Sky Survey dando la caccia a una particolare linea spettrale, quella alfa dell’idrogeno. Sono così riusciti a scoprire il velo di idrogeno neutro che avvolge l’intera galassia e hanno pubblicato il loro risultato sulla rivista Nature Astronomy.

Come tutte le galassie a spirale, anche la Via Lattea è costituita da un bulbo centrale rappresentato da un disco da cui si ramificano i suoi bracci. La parte visibile della galassia però…

View original post 559 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...