Una nuova scoperta nel campo dei materiali innovativi: i cristalli liquidi quantistici tridimensionali

OggiScienza

Un cristallo liquido quantistico tridimensionale dovrebbe consentire di superare i problemi di fragilità nel trasporto delle informazioni nei computer quantistici. Crediti immagine: Hsieh Lab/Caltech

RICERCA – I computer quantistici ultraveloci sono probabilmente più vicini di quanto si pensi (ne abbiamo già parlato qui, mentre qui abbiamo raccontato alcune nuove scoperte sulle transizioni quantistiche di fase). Esistono, tuttavia, alcuni ostacoli decisamente ardui da superare per poter raggiungere questo rivoluzionario traguardo: uno dei principali è che le proprietà quantistiche sono estremamente “fragili”, nel senso che le informazioni trasportate possono essere facilmente distrutte a causa delle interazioni con l’ambiente circostante.

Una materia assai complessa, che è tuttavia pane quotidiano per i ricercatori dell’Institute for Quantum Information and Matter del Caltech, che hanno appena scoperto un nuovo stato della materia chiamato cristallo liquido quantistico tridimensionale.

Proviamo a fornire un po’ di informazioni di supporto:

  • i cristalli liquidi, nel senso tradizionale (non quantistico)…

View original post 655 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...