Le luci della ragnatela galattica

OggiScienza

RICERCA – Abbiamo parlato già più volte di esplorazioni spaziali prossime venture (per esempio qui). In attesa di avere, in un futuro prossimo o remoto, gli strumenti per mettersi in viaggio verso lo spazio più profondo, bisogna sfruttare ogni possibile informazione o segnale, per quanto flebile, si riesca a catturare con gli strumenti a disposizione: telescopi, interferometri, satelliti artificiali. Senza dimenticare, naturalmente, modelli matematici e algoritmi.

Nella sua accezione più moderna, l’astrofisica si occupa esattamente di questo: sfruttare l’Universo intero come un laboratorio, non solamente allo scopo di scoprire le proprietà degli oggetti che lo compongono, ma con l’obiettivo ben più ambizioso di determinare nuove leggi della fisica che le scale ridotte dei laboratori tradizionali terrestri non consentono di esplorare. E per studiare la storia dello spazio sconfinato che ci circonda.

Scrutando con i loro strumenti di lavoro, gli astrofisici hanno individuato negli angoli più remoti del cosmo…

View original post 1.030 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...